Biofeedback

Sono delle metodiche terapeutiche che usano strumentazioni elettroniche o elettromeccaniche per misurare precisamente l’attività neuromuscolare del paziente producendo dei segnali uditivi o visivi. Con il biofeedback si attacca un elettrodo sulla pelle in corrispondenza del muscolo interessato, quando il paziente contrae il muscolo l’elettrodo trasmette informazioni alla macchina, che a sua volta registra la forza della contrazione. Questa informazione viene successivamente comunicata al paziente attraverso segnali visivi o uditivi per valutare la correttezza funzionale del gesto eseguito.

Il biofeedback è una tecnica molto usata nella riabilitazione dopo qualunque tipo di infortunio, in quanto permette al paziente di conoscere la sua effettiva forza muscolare e i suoi progressi temporali; inoltre è uno strumento efficace per aiutare a ricreare il collegamento tra il cervello e il muscolo affetto da una lesione.

È indicato in caso di traumi e post-operatori di ricostruzione di crociati, meniscectomia artroscopica e sutura meniscale.

Richiedi informazioni